About

Lia Pascaniuc

ENGLISH VERSION BELOW

Figlia d’arte, nasce a Marginea (Romania) nel 1981 dove studia “Arti e mestieri contemporanei” diplomandosi nel 1997, per proseguire poi dal 1998 gli studi a Torino (Italy) in campo economico, specializzandosi in consulente economico giuridico d’impresa alla Facoltà di Economia con una tesi sulla “Tutela pubblica dei beni artistici di proprietà privata” relatore Prof. Airoldi nel 2011. Imprenditrice dal brand che porta il suo nome riproduce su materiali italiani e raffinati le sue opere, veicolati nei bookshop museali e luxury store.

Temi cari all’artista Lia Pascaniuc, sono i valori della sostenibilità e dell’ecologia, nella prospettiva di un’ideale armonia e convivenza tra pianeta e umanità. Con la sua esplora le emergenze della società odierna, in primo luogo l’acqua, l’ambiente e i suoi fenomeni naturali.
Le trasformazioni irreversibili, i cambiamenti climatici, il global warming sono alcuni degli ambiti di indagine affrontati con la tecnica fotografica e con l’utilizzo di nuove tecnologie multimediali, dalla video-installazione all’ologramma.
Influenzata dalle parole e dal pensiero di Zygmunt Bauman che definisce “modernità liquida” la nostra condizione attuale per la transitorietà e l’insicurezza dei rapporti, Lia Pascaniuc ha dato avvio a un progetto in divenire intitolato Vita Liquida dove l’acqua è assente e l’inquadratura, interamente oscurata attraverso particolari banchi ottici, lascia il campo alla vita delle creature marine, nel vuoto più assoluto di una spazialità condivisa.
Le fotografie di questa serie, eseguite analogicamente all’interno del set di un acquario artificiosamente deprivato dell’acqua, si concentrano unicamente sulle variopinte sfumature dei pesci, che spiccano dal buio più assoluto dello sfondo. La sottrazione di liquidi diventa metafora di una sensazione di incertezza, mutevolezza e virtualità, che viene ancor più approfondita nella recente sperimentazione tecnologica.
L’artista si è rivolta alla tecnologia olografica avvalendosi di una particolare attrezzatura con vetro inclinato come strumento di trasmissione delle immagini. In queste sculture, che presentano al loro interno dei video in 3D con le immagini in movimento di pesci chirurgo, color giallo fosforescente o di meduse iridescenti fluttuanti nel vuoto, la fluidità della visione tridimensionale balza al di fuori della scultura e si proietta nello spazio, destando nello spettatore un senso di instabilità e vertigine.

Le sue opere: fotografiche, installazioni, o di light box sono disponibili solo in 5 formati diversi, garantendo l’unicità del formato e numerazione. Fanno parte delle collezioni permanenti della Forever Olympic Art Center Beijing (China), Galleria Civica del Museo di Modena (Italy), MUSINF – Museo Comunale d’Arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia di Senigallia (Italy) e del Florean Contemporary Art Museum (Romania), oltre che di numerosi collezionisti privati.

She was born in 1981, studied contemporary art and crafts in Romania then she moved to Turin (Italy), where she currently lives. She has also specialized in economic studies, but she never left behind her privileged form of expression: art photography. An expressive and personal approach based on individual abstraction and conception of visual perception of space. Her artistic experimentation with this medium is in constant and reflexive movement, encouraged by Maestro Franco Fontana which worked in assistant to workshop held at the Turin Polytechnic University. A part from creative and experimental photography, she produces other kinds of installations site specific using the new technologies. The nature and its evolution as a changing structure and stage of human life is a constant inspiration, which she has been enriching during her several trips around the world. She is attracted by the forms of nature and their games with the light and by the environment in its complex and surreal shapes. This is the core of her artistic curiosity. Starting from what she sees around her she creates conceptual images, transmuting them in concrete visual and sensory figures. Observes patiently to get the perfect light, the inspirational font. Capturing the contrast between the cold and the heat source that runs through the image as a luminous flux. Other subjects are the water and all its states or simply a detail found in nature and the geometries that surround us. Research on current news and unstable, as Zygmunt Bauman, defines it “liquid”.

She has 5 available work of art in different formats, guaranteeing the uniqueness and are part of the permanent collection of the Forever Olympic Art Center Beijing (China), Civic Gallery of Modena Museum (Italy), MUSINF – Municipal Museum of Contemporary Art, Informations and Photography – Senigallia (Italy), Florean Contemporary Art Museum (Romania) and other private collections.

Esposizioni e partecipazioni principali

2021 in corso

Visioni, Galleria Weber&Weber, Torino

Incroci creativi, Galleria ArtEmy, Alassio

Global Warming. La Ricerca dell’Identità, Otium-Ozio Creativo di Green Pea

The Butterfly Effect, Trento Art Festival, ArtCompany

2020
Blu, tra cielo, mare e terra, Galleria Weber&Weber, Torino
‘HUMAN RIGHTS? THE FUTURE’S SHAPE | #WOMENCANSAVETHEWORLD Fondazione Campana dei Caduti Rovereto (Trento)
Milano SalvioniDesignSolution con Galleria Barbara Paci
La complessità dei paesaggi – China Photojournalism Festival (Wanpingkou, Rizhao, Shandong)

2019
Solo show,  in occasione del convegno internazionale di ricerca:  Origini dei processi nucleari in esplosioni di supernove, Boscareto Resort, Serralunga d’Alba (CN);
Human Rights #clima, Fondazione Campana dei Caduti Rovereto (Trento);
Quante storie sulla luna, galleria Colossi Arte Contemporanea – Brescia;
Vita liquida, Xerjoff Gallery Torino a cura di Carla Testore;
Global Warming, Casa Olimpia, Sestriere
Ricordi futuri 4.0 Cosa c’è in fondo al binario, Memoriale della Shoa Milano
Però!! Chiesa di San Filippo, Carmagnola
Museo Musinf, archivio italiano dell’autoritratto fotografico – Rocca Roveresca, Senigallia
La complessità dei paesaggi – China Photojournalism Festival (Wanpingkou, Rizhao, Shandong)
Global warming – Parma360 Festival della Creatività Contemporanea, Parma

2017
La solitudine dell’autoscatto. Autoritratti fotografici, Palazzo Guidobono, Tortona
Natural design – Salvioni Milano Durini e Barbara Paci Galleria d’Arte, Milano

2015-2016
Digital Frame by Uncommon, Milano
Vita Liquida, Acquario Civico di Milano
Contemporary Istanbul ArtFAir, Barbara Paci Galleria d’Arte, Istanbul
Festival della Scienza Equilibrio, Palazzo della Borsa, progetto economArt, Genova
De Rerum Natura “Infra Terram”, Barbara Paci Galleria d’Arte, Pietrasanta
Selezionata per i6  e partecipa alla 11° ArtVerona | Art Project Fair pad. 11-12, Verona
Memorie di equilibrio, water & land grabbing, Galleria Amy D, Milano
MWAM Milano Città Mondo, Fabbrica del Vapore, Milano
Liquid Landscape, Galleria RezArte, Circuito Off Fotografia Europea, Reggio Emilia
Piazze del Piemonte – Consiglio Regionale e Centro di Cultura B. Metzger, Torino
Set-up ArtFair, Galleria RezArte, Bologna

2014
“The time is now” Creative Arts Contest 2014, Ancona
Selezionata al Premio ArtiVisive Galleria San Fedele, Milano

2013
Biennale d’arte moderna e contemporanea del Piemonte (BAM ON TOUR)
Preview, XL Combines Gallery, Milano

2012
Barbican Gallery, Londra (by China Society for the Promotion Olympics Culture)
H.OPE ART, performance, Reggia di Venaria

2011
Sweet Italy, Galleria Abnormals, Berlino

2010
ArteArt Prize Laguna 2009, Tese di San Cristoforo Arsenale, Venezia
PermanenteDinamica 2010 #2, Galleria M.M. Art Zone, Torino
Terzo Rinascimento, Àcaos – Galleria Civica Acicastello Sicilia
Mail Art Project, Florean Contemporary Art Museum, Romania

2009
Le trasformazioni irreversibili, Turin Photo Festival
I nuovi paesaggi – dove il cielo non è più blu, Galleria Famiglia Margini, Milano

2008
Luci Fotografiche, Galleria Civica di Modena
Merry Polaroid Christmas, Collettiva, Galleria “Pho-Tò 35”, Torino
Le forme dell’addio, Fiera Internazionale del Libro,Torino
Natural  Design, TFF, Consolato della Romania, Torino

Premi & Concorsi

2015
Contest MWAM Milano Città Mondo, Fabbrica del Vapore di Milano, Spazio Ex Cisterne

2013 – 2014
Invitata e selezionata per il Premio San Fedele nella galleria San Fedele a Milano, dove segue 4 workshop sul tema la “creazione” realizzerà l’opera “I migranti ambientali dove andranno?”

2012
Invitata e selezionata da Committee for the Olympic Fine Arts 2012  ad esporre a Londra assieme ai 500 artisti provenienti da tutti i continenti e premiata con “a golden badge of honor engraved” con il lavoro “Luce Liquida”

2010 – 2009
Finalista tra i 5.500 artisti provenienti da oltre 90 paesi alla sezione scultura al Premio Arte Laguna 2009 con il lavoro di realtà aumentata “Vita Liquida””

2008
Secondo posto al concorso ad inviti “Progetto per nuove prospettive d’accoglienza degli Enti Paritetici dell’Edilizia” di Torino lavora assieme ad un gruppo di architetti per integrare nel progetto di riqualificazione quattro opere realizzate ad-hoc per tale intervento, si conclude il concorso con l’esposizione dei lavori.

Pubblicazioni

2018
Catalogo della mostra al Museo della Shoa: Ricordi futuri 4.0 cosa c’è in fondo al binario, testi di Liliana Segre, Roberto Jarach, Ermanno Tedeschi, editore Proedi
Artisti 2018, edito e pubblicato da Silvia Landi
Catalogo Parma360 Festival della Creatività Contemporanea
Graphic Novel su tre pagine del Corriere della Sera di Torino, sezione de Il Corriere della Sera, a cura dello storyteller Davide Ferraris e dell’illustratore Max Ramezzana (3 Marzo 2018)

2017
Il corpo solitario L’autoscatto nella fotografia contemporanea, Giorgio Bonomi, editore Rubbettino.

2015
Catalogo Vita Liquida, Silvana Editoriale, testi Chiara Canali, Nicoletta Ancona e Domenico Piraina
Catalogo De Rerum Natura “Infra Terram”, pubblicato da Barbara Paci Gallery, testi Enrico Mattei
Catalogo SetUp Art Fair
Catalogo Premio ArtiVisive San Fedele La Creazione, testi Andrea Dall’Asta

2014
Catalogo Premio ArtiVisive San Fedele La Creazione

2013
Catalogo BAM ON TOUR 2013 – contemporary photobox

2012
Catalogo Olympic Fine Arts 2012

2011
Catalogo The Best of Terzo Rinascimento con testi critici a cura di Carmelo Strano
Catalogo “Paratissima 2011”

2010
Catalogo “ArteArt Prize Laguna2009” con testo critico sezione scultura a cura di Igor Zanti
Catalogo “Terzo Rinascimento” con testi critici di Marcello Pecchioli e Carmelo Strano
Libro d’Artista “Lia Pascaniuc” tiratura limitata a cura dell’artista con testo critico di Viviana Siviero

2009 – 2008 – 2007
Catalogo “TurinPhotoFestival”
Catalogo “Paratissima 5.2”
Contemporary International Art Magazine Forum Artis – rubrica Versioni Fotografiche
Catalogo “ in arte … Ursus “ a cura di Marianna Accerboni
Catalogo “TurinPhotoFestival un altro sguardo” a cura di Centro Italiano per Arti
Rivista Futura – articolo su “Natural Design”
Contemporary International Art Magazine Forum Artis – rubrica Dossier del Mercato